C(L)UB, buona la prima ci rivediamo il 23 novembre


E’ stata una serata a dir poco entusiasmante. Castello chiuso, sedie in cerchio, libri alla mano, matite per prendere appunti, voglia di conoscersi e di raccontarsi le proprie impressioni riguardo al libro che avevamo letto nelle settimane precedenti.

Il primo incontro di C(L)UB, il gruppo di lettura che si tiene una volta al mese all’interno di CUB – Castello Ursino Bookshop, lunedì ha preso il via.

Ci siamo raccontati del libro Il manoscritto dell’Imperatore di Valeria Montaldi, alla quale va un grazie speciale per avere voluto essere dei nostri nonostante tutto, dedicandoci un video (lo trovate in coda a questo post) che abbiamo visto tutti con grande gioia. Grazie Valeria. Ieri abbiamo parlato moltissimo di te.

Ognuno ha dato il suo contributo, ognuno si è confrontato con opinioni che non sempre coincidevano. C’è chi lo ha definito romanzo di pura trama, chi lo ha valutato da un punto di vista storico, chi ha letto di movimenti politici e sociali che sono tutt’ora attuali (le diatribe tra potere temporale e spirituale), chi ha avuto modo di avvicinarsi per la prima volta alla figura di Federico II, chi invece ha imparato ad apprezzarla per la prima volta, chi si è soffermato sul ruolo della donna, chi ha assicurato che leggerà altri libri della Montale. Un gruppo come il C(L)UB trae la sua forza dalla eterogeneità.

Ci siamo già dati appuntamento per il 23 novembre prossimo, sempre alle 19. Abbiamo scelto tutti insieme il prossimo libro, anzi, abbiamo scelto i prossimi libri, perché abbiamo già determinato anche quello dell’appuntamento del 21 dicembre.

Il libro che leggeremo per il 23 novembre è Il Castello errante di Howl, il romanzo fantasy di Diana Wynne Jones, da cui il regista Hayao Miyazaki ha tratto il film d’animazione omonimo candidato, nel 2004 al Premio Oscar come miglior film d’animazione. Per l’appuntamento del 21 dicembre invece ci racconteremo Il Castello dei destini incrociati di Italo Calvino.

Chi volesse partecipare ai prossimo appuntamenti non deve fare altro che inviare una mail al nostro indirizzo mattedaleggere@gmail.com e chiedere di iscriversi al gruppo.

Nei prossimi giorni vi racconteremo sul blog la nostra versione de Il manoscritto dell’imperatore, ma naturalmente adesso abbiamo molti spunti sui quali riflettere.

Mari