4 3 2 1


Ho letto solo la prima delle storie contenute nel libro di cui vi parlo oggi, ma posso raccontarvi la meraviglia che sto provando man mano che procedo nella lettura. Si tratta di 4 3 2 1 di Paul Auster di cui ho amato tantissimi romanzi, ma ho recensito e consigliato ben poco (chissà perché poi… aspettatevi presto qualcosa) a parte una versione graphic novel del primo capitolo de la Trilogia di New York.

Così ho deciso di colmare questa lacuna, consigliandovi quasi a scatola chiusa il romanzo di cui parliamo oggi, perché Paul Auster è sempre una garanzia e non mi ha mai delusa. E perché già solo poco più di un quarto di questo libro ha conquistato il mio cuore.

L’idea di partenza è quella delle “sliding doors“: reale parallele e alternative che dipendono da una scelta fatta in un momento che costituisce un vero e proprio punto di svolta della propria vita (ricordate l’omonimo film Sliding Doors oppure The family man?). Cosa sarebbe successo a noi e alla nostra vita se avessimo compiuto una scelta diversa? Ogni vita nasconde dentro di sé le potenzialità di tutte quelle che non si sono realizzate, e ciascuno quindi conserva anche (in qualche modo protegge) dentro di sé le ombre di tutte le persone che sarebbe potuto diventare. 4 3 2 1 racconta proprio tutte le vite di Archie Ferguson, proprio tutte (quella che ha avuto e le altre 3 che avrebbe potuto avere). Ci saranno elementi ricorrenti, sentieri simili e incredibili diversità e sullo sfondo, la storia, lo sport, il Sessantotto, Parigi, New York, il fato, la fatalità, la morte, il desiderio, il destino.

Un libro dal fascino dickensiano (visto il brulicare di personaggi che lo popola) e che sarebbe piaciuto anche a Borges, hanno detto. Un romanzo che contiene tutti i maestri che hanno ispirato Auster e che – forse anche per questo si costituisce come un opera monumentale. 4 libri in 1. Quasi 1000 pagine di costruzione letteraria, di gioco letterario, sulle storie alternative e complementari per un’avventura unica nella sua molteplicità proprio come lo è la vita.

Carla

( 4 3 2 1  di Paul Auster, Einaudi, pag. 939, euro 25)